Cosa e ipertensione

L’ipertensione rientra nella sindrome metabolica e chi ne è affetto ha un sangue molto più lipidico, ricco cioè di grassi cattivi. Spesso chi soffre d’ipertensione attribuisce tutta la colpa all’ereditarietà o allo stress e non presta la necessaria attenzione ad altri fattori determinanti come, ad esempio, il fumo e l’alimentazione scorretta. Attenzione però, quando il dottor Mozzi parla di cereali intende tutti i cereali anche quelli senza glutine e anche quelli “teoricamente” consentiti nella dieta del gruppo sanguigno. Attenzione anche alle caramelle e alle gomme da masticare, specialmente a quelle che non contengono zuccheri, ma che contengono altri dolcificanti di sintesi, o naturali. A differenza dei vasi arteriosi, in quelli venosi non si ha una significativa vasodilatazione con conseguente assenza di ipotensione ortostatica nei pazienti trattati con questa classe farmacologica ma con il comune effetto collaterale di edemi declivi perimalleolari anche per la postulata apertura di shunt artero-venosi con conseguente aumento della pressione a valle delle venule e trasudazione capillare. Non solo la dieta è importante per chi soffre di ipertensione: lo stile di vita nel suo complesso, infatti, fa la differenza. La dieta ideale per chi soffre di ipertensione (e per prevenirla) è quindi varia e ricca di vegetali e fibre.