Monzino ipertensione polmonare

E’ il diabete uno dei fattori scatenanti per l’ipertensione ma non è il solo. L’ipertensione arteriosa, in ogni caso, rappresenta il più importante fattore di rischio modificabile per ictus che, a sua volta, oltre ad esacerbare eventuali quadri di decadimento cognitivo, espone il paziente ad un aumentato rischio di demenza. Perché, indipendentemente dalle cause, «chi supera una polmonite è incline a sviluppare nel tempo altri problemi di salute», ha spiegato Dale Needham, direttore del programma di riabilitazione fisica per la terapia intensiva del Johns Hopkins Hospital di Baltimora, attraverso le colonne della rivista Science. Una volta trascorso il tempo di bollitura, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire prima di bere. Sono ancora una volta le fibre contenute nei semi di quinoa che conferiscono a questo alimento un indice glicemico particolarmente basso. Sembrerebbe inoltre che l’effetto tossico non venga esercitato nei confronti delle cellule sane. L’infiammazione a livello di queste cellule porta alla distruzione di altre cellule del cervello determinando e peggiorando i sintomi della demenza. 2- Demenza post-ICTUS: di solito si sviluppa dopo avere avuto un ICTUS grave, dove si interrompe il flusso di sangue a un grande vaso capillare nel cervello, in modo permanente e improvviso.