Ipertensione associata a bradicardia

Al di là di queste differenze di genere, sulle quali sicuramente incidono vissuti sociali fra uomo e donna non sovrapponibili, i ricercatori ricordano che le potenzialità più promettenti per ridurre la mortalità cardiovascolare da ipertensione combinata con l’eccesso nel consumo di sale è atteso in vaste regioni del Medio Oriente e del Sud-Est asiatico, dove la presenza dello Stato, sotto forma di Sanità pubblica, sta guadagnando terreno più che altrove. Fatto sta che in poco tempo queste acquisizioni, diventando patrimonio comune in seno alla comunità scientifica e trovando conferma nelle corsie degli ospedali di tutto il mondo, hanno suggerito a un gruppo di ricercatori statunitensi, in un recente studio, apparso sul “Journal of the American College of Cardiology”, che il problema fosse riassumibile nei seguenti quattro punti.